Vecchia Chiesa Cattolica Romana

La Provincia dell’Europa della Vecchia Chiesa Cattolica Romana fa parte della comunione internazionale delle Chiese cattoliche ortodosse antiche ortodosse. La Provincia d’Europa è una comunione di chiese nazionali in Europa fedele ai principi dell’Antico Cattolicesimo Romano e dell’Ortodossia di rito occidentale. L’antica Chiesa Cattolica Romana (via Gran Bretagna prima dell’espansione), ricevuta come membro autocefalo del Santo Sinodo del Patriarcato ortodosso di Antiochia nel 1911, si considera in ultima analisi sotto il Patriarca di Antiochia e di tutto l’Oriente: la Cattedra di San Pietro, Sua Santità Giovanni X di Siria presiede; come affermato dal sinodo congiunto delle antiche giurisdizioni cattoliche in Europa, nel 2014. Siamo in unione spirituale con il Patriarca di Sua Santità Bartolomeo di Costantinopoli la Nuova Roma, con il Patriarcato di Mosca e con tutte le sedi canoniche della Santa Chiesa ortodossa cattolica .

Nel diciannovesimo secolo, quando le rivendicazioni papali di supremazia culminarono nella nuova dottrina della “infallibilità papale”, la Chiesa ortodossa fu avvicinata dai cattolici occidentali alla ricerca dell’unità apostolica dell’antica, immutabile fede ortodossa in cui il vescovo di Roma sarebbe considerato avere il primato dell’onore Utilizzerebbero le loro forme liturgiche familiari e teologicamente ortodosse, mentre per coincidenza ripristinerebbe la liturgia occidentale con la Chiesa ortodossa.

La Chiesa di Antiochia fu fondata dagli apostoli Paolo e Barnaba nel 42 d.C., con San Pietro che servì per i successivi otto anni come primo prelato. La Chiesa di Antiochia è uno dei cinque antichi patriarcati della Chiesa cristiana, insieme ad Alessandria, Costantinopoli, Gerusalemme e Roma. Molti dei grandi santi della Chiesa, tra cui Sant’Ignazio e San Giovanni Crisostomo, sono venuti da Antiochia.

Il 5 agosto 1911 si tenne una conferenza a Norton, nel Worcestershire di Bredon, alla presenza del metropolita Gerassimos Messarra, arcivescovo di Beirut, legato del Patriarcato greco-ortodosso di Antiochia e di tutto l’Oriente, insieme all’arcivescovo Arnold Harris Mathew e altri in Gran Bretagna, precedentemente una missione della vecchia chiesa cattolica di Utrecht. Dopo una lunga e piena discussione, la fede della vecchia chiesa cattolica romana sotto l’arcivescovo Mathew è stata considerata in pieno accordo con quella della Chiesa ortodossa orientale. L’Arcivescovo Mathew è stato quindi ricevuto solennemente da Mons. Messarra a nome del Patriarca Gregorio IV (Haddad) e dall’antica Chiesa Cattolica Romana in unione con il Patriarcato Greco-ortodosso di Antiochia e in tutto l’Oriente come Autocefala, cioè la giurisdizione auto-governativa del Santo Sinodo. Il 26 febbraio 1912 anche Sua Santità, Fozio, Papa e Patriarca greco-ortodosso di Alessandria accettarono e riconobbero questa unione.

Oggi il Patriarcato di Antiochia è sopravvissuto nonostante secoli di oppressione e pastori oltre mezzo milione di cristiani in Siria, Libano e altri paesi del Medio Oriente insieme a comunità in tutte le Americhe, in Australia e in Europa.

L’antica Chiesa Cattolica Romana in Europa è membro del Consiglio Internazionale delle Chiese della Comunità e attraverso questo corpo gode dell’appartenenza al Consiglio Mondiale delle Chiese, alle Chiese unificanti in Cristo e al Consiglio Nazionale delle Chiese USA.

Advertisements